Mina e il Tango

Scritto da Oreste Candela

Dicembre 19, 2009

Mina Mazzini o più semplicemente Mina, la più grande cantante italiana di sempre. 

Certo, è un’affermazione forte; altre si sono distinte come lei, ma lei è unica, la sua lunga storia artistica si estende dalla fine degli anni cinquanta sino a oggi ed è tutt’ora in evoluzione; la sua voce, dall’inconfondibile timbro, si distingue per potenza ed estensione.

Pur essendo un soprano, negli ultimi anni Mina ha preferito spostarsi verso il registro di mezzosoprano drammatico, assecondando il naturale sviluppo della sua voce, che ha acquisito un colorito più scuro.

Inutile qualsiasi ulteriore descrizione: in Italia è una specie di istituzione. Sebbene  abbia abbandonato le scene alla fine del 1978 ritirandosi a vita privata senza più apparire in pubblico, ha continuato a incidere dischi, a condurre programmi radiofonici, a collaborare con alcune riviste e quotidiani e a prestare la sua voce in alcuni spot.

Nel 2001 si è fatta riprendere nel suo studio di registrazione, trasmettendo il filmato in streaming, con relativo record di contatti (oltre 20 milioni), ed è stata insignita dell’onorificenza di Grande Ufficiale al merito della Repubblica dal presidente Carlo Azeglio Ciampi.

Perche Mina qui?

Perchè nella sua lunga e caleidoscopica carriera musicale non poteva non interpretare qualche Tango ed infatti eccola in due riprese televisive ormai d’epoca cantare Uno di Discépolo Mores  e Balada para mi muerte di  Piazzolla e Ferrer.

Uno

Tango – 1943

Música: Mariano Mores

Letra: Enrique Santos Discépolo

RAI: Gran Varietà 1978

Balada para mi muerte

Canción – 1972

Música: Astor Piazzolla

Letra: Horacio Ferrer

RAI: 1972

Per inciso…  Lei può permettersi di farsi accompagnare al Bandoneon nientepopodimeno che dall’autore del brano , il grandissimo Astor Piazzolla.

Infine, ecco alcuni momenti registrati in studio: altri due noti brani che sono entrati a far parte della storia del tango, interpretati da Mina con la ritmica sensuale del bolero che è loro propria.

Esperame en el cielo

Bolero Canción

Música y letra: Paquito López Vidal

Dall’album Salomè (1981)

Nostalgias

Bolero Tango

Música: Juan Carlos CobiánLetra: Enrique Cadícamo

Proponiamo due versioni.

  • Dall’album Lochness (1993):
  • Dall’omonimo album Nostalgias (1998):

Potrebbe Interessarti

El choclo (La pannocchia)

El choclo (La pannocchia)

Secondo la leggenda, riportata nel libro El Buenos Aires de Angel Villoldo di Enrique Puccia, il nome del brano ha una...

Dejame ser así

Dejame ser así

La Orquesta de Enríque Rodríguez (1901-1971) noto bandoneonista, compositore e direttore d’orchestra, tanguero di...

Esta noche de luna

Esta noche de luna

Molte volte nei testi del tango il tema dell’amore viene trattato in modo particolare: se ne descrivono i patimenti,...

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.